You are currently viewing Successo al Licinium per Sogno di una notte di mezza estate

Successo al Licinium per Sogno di una notte di mezza estate

È partito ArtiGiano 2021: prossimo appuntamento la prima di Romeo e Giulietta

ERBA – È stato un solstizio d’estate speciale per Il Giardino delle Ore: il ritorno al Teatro Licinium e al rito collettivo del teatro con uno degli spettacoli più amati della compagnia, Sogno di una notte di mezza estate, ha riscosso successo di pubblico e segnato la partenza della quinta edizione del festival ArtiGiano.

“È stato un anno e mezzo stranissimo e l’emozione di ritornare qui è incredibile,” racconta Simone Severgnini, direttore artistico del festival. “Il teatro è arte dell’incontro e questo week end siamo tornati alla collettività, a un rito collettivo che per noi significa ritorno alla vita”.

Il week-end ha fatto il pieno per entrambe le repliche, che hanno accolto al Licinium più di duecento persone in tutto. Il pubblico ha sfidato il caldo di sabato e il meteo incerto di domenica per godere di uno spettacolo suggestivo e sempre attuale. In scena gli allievi attori del Laboratorio Permanente di Scuola Giardino.

Tra il pubblico del Sogno erano presenti anche gli attori che saranno sul palco del Teatro Licinium il prossimo week-end con la nuova grande produzione: Romeo e Giulietta, al debutto venerdì 25. Alla regia Simone Severgnini e Davide Marranchelli, in scena attori professionisti selezionati tra più di 600 candidature, affiancati ad attori non professionisti e allievi dei corsi di teatro, assieme a un affiatato gruppo di comparse, alcune alla loro prima esperienza teatrale. Più di trenta persone che daranno vita a una delle opere più famose e più amate di William Shakespeare.

La prima di Romeo e Giulietta al Teatro Licinium è quindi venerdì 25 giugno; seguono sabato 26 e domenica 27; e i due week-end successivi: sabato 3 e domenica 4 luglio, sabato 10 e domenica 11 luglio. A partire dalle 21.15, ogni sera al pubblico verrà chiesto da che parte stare e per chi patteggiare: Mercuzio e Montecchi, o Tebaldo e Capuleti?

Le prenotazioni sono sempre aperte al numero 342 364 4156 e all’indirizzo e-mail scuola@ilgiardinodelleore.com. La prevendita online aprirà a breve, ma è comunque sempre possibile prenotare e ritirare i propri biglietti presso l’ufficio dell’Associazione in via del Lavoro 7 a Erba. Date e informazioni su tutti gli spettacoli a questa pagina. Tutti gli eventi del festival verranno realizzati nel pieno rispetto della vigente normativa anti-covid, con triage all’ingresso, distanziamento dei posti a sedere e obbligo di mascherina chirurgica o ffp2. La capienza di ogni location verrà dimezzata.

ArtiGiano 2021 è realizzato con il patrocinio dei comuni coinvolti: Città di Erba, Ponte Lambro, Canzo, Albavilla, Monguzzo, Pusiano; e con il patrocinio di Regione Lombardia e Provincia di Como; oltre che con il prezioso contributo della Camera di Commercio di Como-Lecco.

Calendario degli spettacoli con date, orari e prezzi, e informazioni su prevendita e prenotazioni > > >


L’Associazione Culturale e Teatrale Il Giardino delle Ore opera sul territorio dal 2011. Il Giardino delle Ore si prefigge lo scopo primario di diffondere una cultura teatrale di alto profilo, anche collaborando con tutte la rete di realtà sociali, artistiche e aggregative già sul territorio. L’associazione ospita una residenza artistica, organizza rassegne e festival, percorsi formativi di alto profilo (dal 2012 Scuola Giardino ha ospitato oltre 500 allievi oltre a più di 50 laboratori attivati nelle scuole), accanto alla principale attività di produzione artistica e performativa. Il portfolio delle produzioni del Giardino delle Ore ambisce a esplorare tutte le accezioni e le sfumature della messa in scena: dal teatro d’autore alle drammaturgie originali, dal teatro danza al monologo, dal teatro sociale alla commedia e al teatro musicale. Sempre attraverso uno stile basato sul corpo e sul potere evocativo di immagini e suoni; senza mai dimenticare il tentativo di ridurre al massimo la possibile distanza tra pubblico e performance.