Al momento stai visualizzando Debutta “Quasi Una Serata”: in scena Stefano Annoni, Paui Galli, Davide Marranchelli e Simone Severgnini

Debutta “Quasi Una Serata”: in scena Stefano Annoni, Paui Galli, Davide Marranchelli e Simone Severgnini

Proseguono intanto le selezioni per Pene d’Amor Perdute al Teatro Licinium

ERBAIl Giardino delle Ore si prepara al debutto di Quasi Una Serata: uno spettacolo che ha mosso i primi passi durante il lockdown e che andrà in scena per la prima volta al Teatro San Teodoro di Cantù venerdì 25 marzo 2022. Un gioco di scatole cinesi di teatro nel teatro, una commedia che porta a riflettere sul rapporto tra l’essere umano e il mistero dell’esistenza. Un testo di Ethan Coen, famoso regista, produttore e sceneggiatore americano noto al grande pubblico per essere uno dei due ultra premiati fratelli Coen. La prima rappresentazione italiana di Quasi Una Serata vedrà in scena il Direttore Artistico del Giardino delle Ore Simone Severgnini al fianco di Stefano Annoni, Paui Galli, Davide Marranchelli. Alla regia Davide Marranchelli, con scene realizzate dal pontelambrese Andrea Verga. Il progetto è stato seguito dal Giardino delle Ore assieme a Mumble Teatro e al Teatro San Teodoro di Cantù.

Prima del debutto di Quasi Una Serata, Il Giardino delle Ore sarà a Erba con la sua Orchestrina delle Ore per un concerto a ingresso libero organizzato con il Comune di Erba presso la Sala Polivalente del Centro Polifunzionale di San Maurizio. L’appuntamento è fissato per sabato 19 marzo alle ore 21, è possibile prenotare tramite il Comune di Erba o su Eventbrite.

Proseguono intanto le selezioni del cast per Pene d’Amor Perdute al Teatro Licinium quest’estate: i registi Simone Severgnini e Davide Marranchelli hanno selezionato una trentina di candidati che parteciperanno all’audizione in presenza a Erba a inizio aprile. Ancora in corso le selezioni dei ruoli secondari e ancora aperto l’avviso per la selezione delle comparse. L’avviso per il coro di comparse resterà aperto fino a venerdì 22 aprile alle ore 16. Per candidarsi basta compilare l’apposito modulo online. Tutte le informazioni, incluso il link al modulo online, sono disponibili sul sito del Giardino delle Ore a questa pagina. Unici requisiti: essere disposti a partecipare alle prove e alle repliche dello spettacolo, ma anche e soprattutto essere interessati a vivere e respirare l’atmosfera che c’è fuori dal palco, dietro le quinte. Quello che accade in scena lo vedono tutti: quello che accade nel retroscena viene visto da pochi.

Fervono quindi i preparativi per l’estate 2022, che si preannuncia ricca di eventi teatrali e non teatrali. Il Teatro Licinium di Erba sarà il fulcro di una stagione estiva votata alla cultura e alle arti performative, ma soprattutto all’incontro tra gli artisti e il territorio con tutti i suoi cittadini, chiamati ancora una volta a lasciarsi coinvolgere nel grande rito del teatro partecipato.


L’Associazione Culturale e Teatrale Il Giardino delle Ore opera sul territorio dal 2011. Il Giardino delle Ore si prefigge lo scopo primario di diffondere una cultura teatrale di alto profilo, anche collaborando con tutte la rete di realtà sociali, artistiche e aggregative già sul territorio. L’associazione ospita una residenza artistica, organizza rassegne e festival, percorsi formativi di alto profilo (dal 2012 Scuola Giardino ha ospitato oltre 500 allievi oltre a più di 50 laboratori attivati nelle scuole), accanto alla principale attività di produzione artistica e performativa. Il portfolio delle produzioni del Giardino delle Ore ambisce a esplorare tutte le accezioni e le sfumature della messa in scena: dal teatro d’autore alle drammaturgie originali, dal teatro danza al monologo, dal teatro sociale alla commedia e al teatro musicale. Sempre attraverso uno stile basato sul corpo e sul potere evocativo di immagini e suoni; senza mai dimenticare il tentativo di ridurre al massimo la possibile distanza tra pubblico e performance.